Mensa

mensaIl 27 febbraio 1994, la parrocchia di Roncadella portò, in Via del Carbone, pasta asciutta, scaloppine, contorni vari, pane e frutta per circa 50 persone che si erano presentate alla porta della nuova Mensa Caritas, voluta fortemente dall'allora direttore della Caritas diocesana, don Luigi Guglielmi, a dal "suo" segretario, il diacono Luciano Forte, entrambe prematuramente scomparsi pochi anni fa.
Da allora, ogni domenica comprese le festività infrasettimanali, abbiamo effettuato il servizio, con l'avvicendamento di moltissime parrocchie (sono più di 100 quelle che hanno fatto almeno una volta il servizio), gruppi vari ecclesiali e non e classi scolastiche. All'inizio era stato lanciato un messaggio alle comunità della nostra diocesi affinché la Messa festiva diventasse, nell'Eucaristia, l'apertura alla carità nella disponibilità a servire i fratelli più poveri. "La Messa è finita, nel nome del Signore, andate in pace". Non è finito proprio niente! Anzi è il momento di incominciare: il Signore si presenta con il volto di colui che ti chiede ... in questo caso, che ti chiede un pasto caldo.
E questo spirito ha continuato ad alimentare il servizio alla mensa e a spingere centinaia di volontari che hanno prestato la loro disponibilità.
In questi anni di attività, la Mensa ha visto crescere continuamente il numero di pasti erogati (si è arrivati fino a 350), ha traslocato dai locali di Via del Carbone alla nuova sede di Via Adua (nel 2003) e continua a funzionare in alternanza con la Mensa del Vescovo. Inoltre, da due anni, i giorni di apertura della mensa Caritas sono più di 200, in quanto la mensa è aperta anche tutti i sabati e tutti i giorni per i tre mesi estivi.
Durante l'estate la Mensa Caritas è aperta tutti i giorni per il pranzo, nel quale si fornisce anche la “borsina” per il pasto della sera per un totale di circa 350 pasti. E tutto questo continua a essere possibile con il "solo" impegno dei volontari. Le tante spese di gestione della mensa sono sostenute dalla Caritas diocesana che può contare su donazioni di generi alimentari, un piccolo contributo da parte del Comune di Reggio Emilia e da qualche offerta da privati, come risulta dal prospetto allegato.
La Caritas diocesana continua a credere nella straordinaria valenza pedagogica del servizio in mensa da parte di tante comunità e gruppi; l'incontro con l'altro, il servizio verso i più poveri fanno sì che ognuno torni alle proprie case con un cuore più dilatato, nella consapevolezza di aver ricevuto più di quanto ha cercato di dare.
 

RESPONSABILE MENSA: Sig. Licinio Paterlini